PITTA MPIGLIATA DOLCE TIPICO DI NATALE

INGREDIENTI:

Per il ripieno :

2 kg noci

1 kg uva passa

300 gr zucchero

20 gr scorze di mandarino disidratato

3 gr cannella in polvere

3 gr chiodi di garofano macinati

100 ml maraschino

100 ml mandarinetto

100 ml strega

100 ml vino liquoroso

50 ml cointreau

10 ml Paesanella

Per la sfoglia o " pittella" :

1 kg di farina circa

150 ml olio extravergine d'oliva

150 ml succo d'arancia

150 ml Martini bianco

150 gr zucchero

PROCEDIMENTO:

Dopo la tostatura delle noci e il lavaggio e asciugatura dell'uva passa procediamo nella preparazione del ripieno. In una bastardella incorporiamo le noci e l'uva passa, aggiungiamo lo zucchero, le scorze di mandarino disidratate, la cannella e i chiodi di garofano macinati. Successivamente uniamo i liquori mescolando delicatamente il composto. Lasciamo aromatizzare tutti gli ingredienti per almeno 6 ore.

Nel frattempo passiamo alla preparazione della sfoglia o "pittella". In un pentolino scaldiamo l'olio extravergine d'oliva, aggiungendo il succo d'arancia, il martini bianco e lo zucchero portando il tutto alla temperatura di 42°C. Disponiamo la farina a fontana su un banco e versiamo all'interno il liquido appena preparato. Mescoliamo il tutto iniziando dall'interno e incorporando man mano la farina dai bordi. Lavoriamo l'impasto fino a farlo diventare liscio e compatto.

Moderna

Procediamo alla realizzazione della ricetta rivisitata in chiave moderna. per quanto riguarda la preparazione del ripieno , gli ingredienti base rimangono quelli dell'antica ricetta, con l'aggiunta di spezie quali cannella e chiodi di garofano. Inoltre si è arricchita l'aggiunta dei liquori dolci abbondando con quelli più aromatizzati. Passiamo dunque alla preparazione della sfoglia o " pittella" . Disponiamo la farina a fontana su una spianatoia e versiamo il liquido formato da olio e.v.o., spremuta di arance dolci , vino liquoroso e zucchero, portato ad una temperatura di 42° C. Anche in questo notiamo l'evoluzione della ricetta, dagli strumenti di peso al materiale usato per misurare la temperatura del liquido. Incorporiamo il liquido alla farina fino ad ottenere un impasto liscio e compatto. Successivamente su un tagliere tiriamo la sfoglia sottile ottenendo una forma circolare. Spennelliamo la base con dell'olio e.v.o. , una spolverata di zucchero, di cannella e un filo di miele che servirà a caramellare il suo interno. Poniamo sul lato più corto il ripieno, formando una striscia. A questo punto chiudiamo la sfoglia lasciando al suo interno il ripieno e da un estremo all'altro della striscia arrotoliamo la pittella dando forma ad un garofalo. Ripetiamo l'operazione per l'intera sfoglia andando ad anellare ogni striscia. Inforniamo ad una temperatura di 140° C per un'ora e venti minuti.