Pentola bruciata? Come pulirla?

Vi è mai capitato di bruciare una pentola? Ecco una breve guida per la pulizia

La prima cosa da fare per rimuovere le macchie di bruciato, è quella di riempire la pentola con abbondante acqua, dopo aver ovviamente eliminato il cibo all'interno, e poi metterla sul fuoco a fiamma dolce. Dovete fare bollire l'acqua e aspettare circa mezz'ora da quando raggiunge il punto di ebollizione: in tal modo le macchie di bruciato si ammorbidiranno e sarà più facile rimuoverle.E' utile mettere nella pentola piena di acqua bollente 2 cucchiai di bicarbonato di sodio o, in alternativa, qualche  cucchiaio di aceto bianco. Lasciate in ammollo la pentola per almeno 1 ora. Dopodiché, munitevi di una spugnetta per strofinare la superficie bruciata. Una raccomandazione importante: per eliminare l'incrostazione, è bene evitare di usare la spugna abrasiva, o comunque grattare via lo strato di sporco da pentole e padelle antiaderenti, in quanto la loro superficie è molto delicata proprio a causa della loro specifica funzione.

COME TOGLIERE IL BRUCIATO DALLE PENTOLE ANTIADERENTI E IN ALLUMINIO


Versare sul fondo 2 bicchieri di acqua e 2 cucchiai di bicarbonato di sodio, mescolando con cura e accendendo il fornello a fiamma bassa per almeno 15 minuti. Se il risultato non fosse soddisfacente, ripetete il procedimento e rimettete la padella incrostata sui fornelli, oppure, a seconda anche della consistenza delle macchie, passate alla seconda fase dell'operazione. Basterà riempire il lavello della cucina con acqua calda e poi aggiungere 1 cucchiaio di bicarbonato di sodio e ½ cucchiaino di detersivo per piatti dall'azione sgrassante. Abbiate cura di mescolare bene, poi immergete la pentola (o la padella) e lasciate in ammollo per almeno 15 minuti. Munitevi di una spugnetta morbida e, passato il quarto d'ora, sfregate sulla superficie fino a rimuovere i residui di bruciato rimasti. Sciacquate e ripetete l'operazione con cura, finché la pentola non sarà completamente pulita.
La terza e ultima fase dell'operazione di pulizia consiste, prima di tutto, nell'asciugare completamente pentole e padelle. In secondo luogo, nella stessa pentola fate bollire per almeno un'ora l'acqua con 1 cucchiaio di sale grosso e 1 cucchiaio di bicarbonato. Lasciate la pentola con acqua, sale grosso e bicarbonato, a fuoco spento, per 24 ore, quindi procedete con un'ulteriore pulizia, sfregando con delicatezza con una spugnetta. 

COME TOGLIERE IL BRUCIATO DALLE PENTOLE IN ACCIAIO INOX

Togliere le macchie di bruciato dalle pentole in acciaio inox non è difficile. L'importante, come in ogni cosa, è acquisire delle abitudini di pulizia da eseguire quasi quotidianamente, in modo da non ritrovarsi con un carico di lavoro esagerato da dover compiere tutto in una volta.
Le pentole d'acciaio inox di solito sono molto spesse e resistenti. È sempre consigliabile lavarle a mano, piuttosto che in lavastoviglie, magari mettendo dell'acqua direttamente sul fondo e facendo bollire all'interno anche 2 cucchiai di aceto di vino bianco, in modo da togliere l'odore di cibo e far brillare le superficie.
Far bollire l'acqua all'interno della pentola o della padella, si rivela efficace anche per rimuovere le macchie più ostinate. Attenzione a farla raffreddare prima di pulirla, però!
Per togliere le macchie di bruciato da un tegame, è consigliabile passarci sopra una pasta particolare, realizzata con bicarbonato di sodio e acqua (mescolare bicarbonato e acqua e creare una pastella) . Sarà sufficiente lasciarla agire per una decina di minuti e passarla sulla superficie con un panno morbido. Poi, si potrà facilmente lavare via con l'acqua del rubinetto.